Integrazione

Sassari: Casa Serena teatro di volonterosi migranti

Un'immagine che rispecchia l'errato eccesso di un pregiudizio.

Sassari: 10 Aprile ore 14,05, 28 gradi all'ombra. Continua l'opera di volontariato di alcuni giovani migranti a Casa Serena. Questa volta esterna, dopo il lavoro interno che ha compreso il rifacimento di sentieri, aiuole e ristrutturazione di alcune panchine, si tratta di pulizia dai cumuli di rovi, alcuni alti almeno 2 metri, da sterpaglie ed erbacce adiacenti alla struttura. Sono otto questi ragazzi impegnati in questo lavoro di smembramento ambientale. Occhioni grandi e neri, visi sorridenti alla faccia dei 28 gradi di questa mattina che pare non scalfiscano le loro braccia robuste.
In barba a chi continua a sostenere che una vera integrazione sia cosa impossibile . Come dire che pochi fatti ma concreti polverizzano un milione di parole inutili .

di SALVATORE DELOGU

Categoria: